Ozonoterapia, una risorsa fondamentale in medicina

Cosa è la Ozonoterapia?
È una terapia che utilizza come agente terapeutico un gas, l’ozono appunto, miscelato in piccole percentuali con ossigeno medicale. L’ozono è una forma di ossigeno, a tre atomi, mentre l’ossigeno presente in natura è formato da due atomi: l’ozono quindi, è una particolare forma di ossigeno potenziato, una sorta di “super-ossigeno”, di gran lunga più attivo e con proprietà importanti dal punto di vista terapeutico. L’ozono in medicina non viene mai utilizzato puro, ma sempre miscelato in piccola percentuale (circa 3%) con l’ossigeno medicale che funge da veicolo. A questa concentrazione l’ozono non ha alcun effetto tossico ma diventa un agente terapeutico straordinariamente versatile.

Come funziona?
Gli effetti biologici dell’ozono sono molteplici. Tre i meccanismi fondamentali:
1. OSSIGENAZIONE
L’ozono migliora la capacità del sangue di apportare ossigeno ai tessuti: ne consegue una riattivazione del microcircolo e della ossigenazione periferica.
2. ANTIOSSIDAZIONE
L’ozono, di per sè ossidante, stimola potentemente la riattivazione dei sistemi difensivi enzimatici antiossidanti dell’organismo, quelli che devono difenderlo dalle aggressioni tossiche e dai processi ossidativi dell’invecchiamento. Questo spiega la sua efficacia in tutte quelle patologie croniche in cui è coinvolto lo stress ossidativo, la maggioranza a quanto oggi sembra.
3. DISINFEZIONE
È un potentissimo agente verso batteri, funghi, virus, parassiti: praticamente nessun microorganismo resiste all’azione ossidante dell’ozono.

Citiamo altre non meno importanti proprietà terapeutiche della Ozonoterapia:

– azione antiinfiammatoria e antalgica
– attivazione dei processi riparativi e rigenerativi
– fluidificazione del sangue
– immunostimolazione
– immunomodulazione
– riduzione della insulinoresistenza
– stimolo dei processi di detossificazione